PATOLOGIE

TERAPIE

DOLORE ANALE E RETTALE

Il dolore nella regione anale è motivo di frequente consulto medico e può riconoscere numerose cause , i pazienti attribuiscono erroneamente il dolore anale alle emorroidi mentre le cause più comuni del dolore anale sono le trombosi emorroidarie ( complicanza temporanea della malattia emorroidaria) , le ragadi anali e gli ascessi perianali , in questi casi il dolore è un sintomo di una patologia specifica ; il dolore può essere presente anche in malattie anorettali meno frequenti come le malattie infiammatorie croniche intestinali , le neoplasie dell’ano , la sifilide anale e la TBC anale. Il dolore anorettale e/o perineale cronico riconosce cause assai più rare ed in questi casi potremmo parlare di “ dolore malattia “ che pone problemi di diagnosi e soprattutto di terapia ancor oggi spesso insoluti.

La storia di questi pazienti è tipica : il dolore è spesso mal definito , localizzato all’ano o al retto talvolta irradiato al perineo , agli arti inferiori ed alla fossa iliaca , ha un orario capriccioso variabile e quasi mai è correlato alla defecazione , talvolta compare stando seduti a volte , al contrario, stando in piedi,camminando o quando il malato è molto stanco ; il dolore varia spesso da paziente a paziente e , talvolta , nello stesso malato per intensità e durata potendo durare da alcuni secondi ad alcune ore e manifestandosi per giorni , settimane , mesi e talvolta anni. Spesso si tratta di malati con un aspetto psicologico particolare : ansiosi , psicologicamente instabili , cancerofobici ( paura di avere un cancro) , con una polarizzazione sul proprio ano e psicologicamente instabili.

Si distinguono , convenzionalmente , tre forme cliniche :
  • Proctalgia Fugace
  • Coccigodinia
  • Nevralgia ano rettale idiopatica

PROCTALGIA FUGACE

Colpisce più frequentemente le donne di età compresa fra i 40 ed i 60 anni. Il dolore compare improvvisamente è generalmente di breve durata (qualche secondo o qualche minuto) e spesso di notevole intensità , frequentemente compare di notte è non ha apparentemente cause scatenanti è in genere profondo localizzato al retto e non all’ano ma può essere irradiato in modo variabile ai genitali, al coccige e talvolta ai glutei. La ricorrenza è irregolare può manifestarsi dopo il primo attacco a distanza di giorni settimane mesi ed a volte anche dopo un anno. Le cause sono ancora oggi non ben conosciute tre sono le ipotesi più probabili :

  • ischemia vascolare cioè uno spasmo vascolare equivalente ad una crisi anginosa per cui si parla di “ angor rettale”
  • spasmo del muscolo elevatore dell’ano legato ad una stasi venosa ed è un vero crampo simile a quello che si verifica a livello degli arti inferiori
  • Colica addominale con spasmo a livello del giunto retto sigmoideo

La diagnosi è relativamente facile basta ascoltare il malato per orientarsi , l’esame obiettivo al di fuori della crsi acuta è del tutto negativo , mentre se ,come raramente avviene , la visita viene fatta in fase di dolore acuto si apprezza con l’esplorazione rettale lo spasmo dell’elevatore dell’ano.

La terapia di questa forma spesso si basa sul rasserenare il paziente , spesso ansioso , sulla benignità della malattia e sul consigliare alcune manovre che fanno rapidamente passare la crisi acuta : defecare , assumere una posizione accovacciata(come per defecare alla turca), introdurre un dito nell’ano o una supposta antispasmolitica , la somministrazione di Trinitrina per bocca o applicare una pomata a base di nitroglicerina a livello anale.

COCCIGODINIA

È una patologia che colpisce in ugual misura uomini e donne , il dolore solitamente poco intenso raramente scatenato dalla defecazione e provocato o accentuato da una prolungata posizione seduta . Il dolore è localizzato in genere all’ano retto ma può essere irradiato in modo variabile ai genitali e talvolta ai glutei . La visita con la palpazione bimanuale ( per via rettale ed esterna) del coccige ed alla mobilizzazione del coccige sul sacro. Antecedenti traumatici sono molto spesso alla base di tale malattia.

La terapia si basa sulla somministrazione di antidolorifici ed antinfiammatori , infiltrazioni locali di anestetici e cortisonici , trattamenti locali quali il massaggio dei muscoli elevatori e/o trattamenti chiropratici.

NEVRALGIA ANO RETTALE IDIOPATICA

E’ la sindrome più frequente che colpisce più frequentemente gli uomini. Il dolore è localizzato talvolta in sede anale, a volte rettale profondo o superficiale poco intenso ma sordo. La visita è sovente negativa , spesso si rileva una notevole componente ansiosa nel paziente spesso ipocondriaco e patofobico. Nelle donne può essere presente un passato di patologia ginecologica : isterectomia , asportazione di fibromi uterini,annessiectomia isteropessi o altro. Nell’uomo antecedenti di cistalgia , prostatite o uretrite. Può essere associato alla sindrome del colon irritabile .

La terapia è molto difficile , fondamentale rassicurare il paziente dopo avere eseguito tutti gli esami necessari per escludere patologie organiche, utile somministrare miorilassanti ed analgesici a volte è utile somministrare ansiolitici ed antidepressivi , buoni risultati sono stati ottenuti con l’agopuntura.

DOLORE ANORETTALE POST OPERATORIO

Il dolore anale post operatorio può comparire dopo interventi chirurgici per emorroidi ( prolassectomia , asportazione delle emorroidi con qualunque tecnica) , legatura elastica delle emorroidi , crioterapia , scleroterapia per emorroidi , interventi per ragade anale è una forma di dolore ribelle spesso intollerabile e difficilmente trattabile risultati soddisfacenti possono essere ottenuti con la neuro modulazione sacrale come del resto tale metodica può aver successo anche nelle altre forme che non rispondano ai trattamenti specifici.